mercoledì 21 dicembre 2011

ALEX ANTONOV - Come da Tavole a Villatalla (NEW VIDEOCLIP)


Come da Tavole a Villatalla, il primo brano/unità di misura nella storia dell'Hip-Hop. Videoclip ufficiale, il secondo estratto dall'album Frei di Alex Antonov (scaricabile da www.casadeglispecchi.it). Realizzato da Videosmog (www.myspace.com/videosmog); con la partecipazione di: Alta Val Prino, freiz, gotti, cartelli, paesani, metri e altri strumenti di misurazione, Tavole, mulattiere, accette, formaggi e affettati, Villatalla. Brano (prodotto da Roggy Luciano per Casa degli Specchi) contenente: scleri, tecniche, sentimenti, autoironia, lucida follia, distanze.



Maggiori informazioni:
Casa degli specchi
Videosmog

venerdì 16 dicembre 2011

OUT SOON: I.E.N.A. il nuovo album di Clementino!

Un rapper ma anche un attore, un giocoliere della rima e un intrattenitore. Clemente Maccaro, partenopeo classe 1982, è tutto questo. E nonostante I.E.N.A. sia l’acronimo di ‘Io e nessun altro’, per dare forma alla sua idea di rap, Clementino si serve di un vero e proprio esercito di talenti tra cui i rapper newyorkesi R.A. the Rugged Man e Ill Bill e i produttori musicali italiani Shablo, Deleterio, Tayone, Night Skinny e Skizo.

Un album che precede l’uscita di Rapstar per Tempi Duri Records, progetto che vede Clementino a fianco di Fabri Fibra. Nel frattempo la “Iena” è in tournée nei teatri con Che ora è, pièce di Ettore Scola diretta e interpretata da Pino Quartullo in cui il rapper gioca la parte del figlio. 






Maggiori informazioni:
Facebook
Relief Records

giovedì 15 dicembre 2011

Quinta edizione del festival Menù Kebab a Bari

Quinta edizione di MENU’ KEBAB, il festival internazionale di pace e musica che focalizza l’attenzione sulla cultura hip hop quale mezzo di rivendicazione espressiva e di identità sociale attiva. Il tema centrale del 2011 sarà l’Esodo, scandagliato non solo come richiamo alla precarietà, ma anche come elemento di opportunità e di confronto fra culture. Per questa nuova edizione Menù Kebab decentrerà il suo campo d’azione e si svolgerà nel quartiere San Paolo di Bari, una delle periferie che fungerà da vero e proprio punto di ri-partenza sociale e culturale. Ospite d’eccezione della manifestazione sarà DADDY FREDDY, inventore dello stille ragamuffin hip hop e collaboratore dei migliori artisti hip hop del mondo; sarà lui il protagonista della serata del 16 dicembre per un grande spettacolo ed un puro esempio di “edutainment“, ovvero educazione più intrattenimento. Gli artisti che interverranno alla manifestazione saranno chiamati a testimoniare e confrontarsi sugli “esodi”: da una terra, dalla povertà e dalla sofferenza, ma soprattutto sull’esodo come via di fuga dalla cultura dalle mafie. Il loro codice espressivo sarà la musica, l’arte visuale, il ballo e soprattutto la street art. Tra il 16 ed il 17 dicembre la città di Bari avrà l’occasione di assistere alle performance dei migliori talenti presenti sul nostro territorio, artisti che avranno l’occasione di interfacciarsi con ospiti stranieri di caratura internazionale per un incrocio di creatività ed uno scambio umano e emozionale. 

IL PROGRAMMA
Venerdì 16 dicembre Bari, Istituto scolastico Maiorana, Quartiere S. Paolo ore 17.30 - Sede del S. Paolo Social Network, Piazza Europa Workshop; l’Esodo dalla cultura mafiosa, percorsi di liberazione attraverso l’hip hop Intervengono: Francesco Occhiofino, Michele Wad Caporosso, Francesco Kento Carlo e Walino ore 20.00 Selezioni hip-hop reggae a cura di dj Fato e dj Keedo ore 21.00 Concerti di Walino, Max Il Nano & Ufo ore 22.00 Concerto del rapper, dj e cantante giamaicano DADDY FREDDY. 
Sabato 17 dicembre - ore 16.00 Bari P.zza Europa, Quartiere S. Paolo Contest di writing. 

MENU’ KEBAB Festival Internazionale di Pace e Musica Hip-Hop V EDIZIONE @ Quartiere S. Paolo, Bari Facebook: http://on.fb.me/srd3L6 www.myspace.com/menukebab Ingresso gratuito

mercoledì 14 dicembre 2011

Rotto E Sporco - Broke'N'Spuork

Broke'N'Spuork è un duo napoletano formato da Oyoshe (mc/beatmaker) e Dekasettimo (mc) attivo dal 2008 con una miriade di lavori e collaborazioni. E' già disponibile su I-tunes e dal 19 dicembre sarà disponibile anche in copia fisica il loro primo lavoro ufficiale, ovvero Rotto e Sporco, uscito per la BM Records. L'album è un viaggio in 17 tracce che riporta il rap italiano ai suoi più alti livelli, partendo dal suono più classic, passando per piacevoli digressioni funk e suoni più moderni. Il tutto è completato dalle liriche intense ed esplicite, cariche a inchiostro dei due mc campani che trattano di reale, sogni, aspirazioni, esperienze, difficoltà e affiancano peccato e redenzione, dolori e passioni in ogni singola barra tenendo sempre un occhio ben aperto sulla realtà di una città tanto bella quanto maltrattata come Napoli, con tutto il carico delle sue contraddizioni. Senza veli, senza censura, senza troppi fronzoli, Oyo e Deka vogliono dirci le cose come stanno realmente e lo fanno con efficacia e concretezza, in una forma raffinata quanto esplosiva nel suono. Piedi ben saldi a terra, voglia di emergere, amore per la cultura hip hop, tecnica e stile fanno di questo album un lavoro coerente e appassionato, una bellissima sorpresa di fine anno che va ad aggiungersi ad un 2011 pieno per i Broke'N'Spuork, come del resto per tutto l'hip hop partenopeo. L'album vede le partecipazioni di Speaker Cenzou, Clementino, Primo Brown, Serum, C Raine, O Tre e Shoe incastrarsi perfettamente sui beat di Oyoshe, Marw, Oni e Freshbeat e i tagli di Dj Uncino e Dj 2Mani. Buon ascolto!

L'album è disponibile su I-tunes:
e dal 19 Dicembre in copia fisica:

Maggiori info:

Di seguito i primi due video estratti e lo snipplet dell'album


martedì 13 dicembre 2011

MUSTEENO - Sacra Scrittura (Official video)

Sacra Scrittura è il primo singolo estratto dall’album di esordio di Musteeno (1978), Ipnosi collettiva (Relief records EU / Audioglobe). Nel videoclip, ideato e diretto da Massimo "BOD" Ciceri, il rapper si trasforma in R.Carter grazie al make up di Andrea Leanza, già truccatore de I soliti idioti e di World War Z, film di prossima uscita diretto e interpretato da Brad Pitt.

Girato in notturna a Milano, il video è ispirato ai thriller/horror low budget di fine anni Ottanta ma la storia messa in scena fa da contrappunto a un brano che è l’omaggio di Andrea Gorni (vero nome di Musteeno) alla scrittura, prima fase creativa della sua forma di espressione, il rap.







Maggiori info:
Facebook
Relief Records

giovedì 8 dicembre 2011

MANZISH - Da Catanzaro a...

Presto disponibile il nuovo album "Da Catanzaro A..." del reggae singer Manzish, originario di Catanzaro, ma come molti suoi concittadini costretto ad "emigrare" per trovare più possibilità. Il disco, frutto dell'intensa attività artistica di questo ultimo periodo, è carico di brani inediti, significativi e potenti in cui Manzish ci racconta cosa è accaduto in questi ultimi anni nella sua vita e nel mondo attorno a lui, spaziando dalle "love song" dal sapore new-roots fino a canzoni più graffianti e politicamente impegnate dal sound dance-hall/hip-hop. Con il suo stile originale, che ha la sua origine nel "dj style" jamaicano, contaminato dalla potenza del reggamuffin e dalle metriche hip-hop, ci fa prevedere un disco innovativo, interessante e vario, da ascoltare in diverse occasioni, dalle "dance" fino alle cuffiette del nostro player senza mai stancarci o annoiarci ma ricordandoci costantemente che la musica è un mezzo di espressione che nasce e che deve rimanere libero di trasmettere emozioni.





Maggiori informazioni:
Facebook
Myspace
Youtube
Reverb Nation
Audioplate

mercoledì 7 dicembre 2011

The Bastard Sons Of Dioniso - Per Non Fermarsi Mai

The Bastard Sons of Dioniso: Jacopo Broseghini (basso), Federico Sassudelli (batteria) e Michele Vicentini (chitarra), dopo tre anni dal loro ultimo lavoro (In Stasi Perpetua) escono con il loro ultimo album intitolato Per non fermarsi mai: un album rock potente, semplice e bellissimo.
I Bastard stanno bene e X Factor è ormai un lontano piacevole ricordo: state tranquilli non hanno niente a che vedere con i ragazzini vizianti dei reality, lo si nota da subito, basta sentire un paio di minuti il loro nuovo lavoro per capire che si è davanti a qualcosa di più grande che un fenomeno televisivo. Hanno ripescato vecchi materiali e tirato fuori 11 tracce limpide come aria delle loro montagne, tutte in italiano esclusa una strepitosa cover di Tomorrow Never Knows dei Bratles.






Si conoscono da una vita, si divertono e ci fanno divertire, spontaneità ed  energia, veri rockettari di montagna. Hanno abbandonato quella vena punk da ragazzacci trasformando quella sana strafottenza in un pura energia rock. Anticipato dal singolo Rumore Nero, Per non fermarsi mai è un album maturo ed equilibrato, non cerca di impressionare nessuno, fanno quello che sanno fare senza preoccupazioni da classifica: una potenza!  





TBSOD sono in tour per presentare il loro nuovo album,
visitate il loro sito per vedere le date:
http://www.tbsod.com/

venerdì 2 dicembre 2011

Captain Mantell - Ground Lift

a cura di Ilaria Abruscia 


Il 10 ottobre scorso è uscito Ground Lift, terzo album dei Captain Mantell, trio veneto che vede la presenza di: Tommaso Mantelli (Captain Mantell: voce, basso, chitarra, synth), Nicola Lucchese (Doctor Ciste: drum machine, synth, voce) e Omero Vanin (Sergeant Roma: batteria, synth drum, piano, voce).
L'avventura musicale dei tre parte nel 2007 con Long Way Pursuit (Inseguimento a lungo raggio), album improntato sul viaggio, immaginato, di Thomas Mantell, primo pilota morto nel tentativo di inseguire un UFO; nel 2010 l'avventura prosegue con Rest in Space (Riposa nello spazio), esito dell'inseguimento e scoperta di uno spazio immaginario fatto di ricordi ed illusioni, il cui titolo modifica Rest in Peace, dato che nella realtà l'inseguimento UFO si traduce nella morte del Captain Mantell.
Ground lift, sollevamento di detriti terrosi, rappresenta lo schianto di ritorno della ciurma sul nostro pianeta. Lo spirito alla base del disco è proprio, come afferma la band stessa: “rimettere i piedi a terra”.

L'album si apre con We need a fix, che spiega, sin dal titolo, quali pensieri suscita il ritorno sulla Terra. Tommaso Mantelli a nome della band afferma: “Ci sentiamo come cartoni animati in un mondo reale... un po' Roger Rabbit se vuoi... incastrati. La prima cosa che è venuto da esclamare è stata WE NEED A FIX!”, ovvero, “abbiamo bisogno di una riparazione”.
Colpiscono in proposito canzoni quali Mr B (unica canzone politica del gruppo), col suo ritornello incalzante “shame – on – you – Mr B!” la cui “B” indovinate un po' per cosa sta? Se avete pensato proprio a lui non siete affatto lontani dalla verità: lo stesso Tommaso definisce Mr B “un chiaro esempio di quanto male abbiamo ritrovato il pianeta Terra”. Certo, quella “B” lì è “simbolica”, chiarisce; il Mr B ispiratore della canzone non è l'unico male del mondo, insomma.





Ad anticipare l'uscita del disco è stato il singolo Before we perish, il cui video, di ispirazione Kubrickiana,  rappresenta proprio il viaggio di ritorno in Terra della ciurma.
Il secondo singolo estratto dall'album è Yesterday like the Beatles say, un omaggio ad una grande band amata dal trio, e non solo. Tra l'altro nella canzone è presente un riferimento anche ad un altro gruppo: “No future for me!” vi ricorda qualcosa? 
Nel complesso, il sound elettronico che abbiamo imparato a conoscere nei primi due album non cede il passo ad altro ma sicuramente si sporca di elementi terrestri, di suoni ruvidi, di ritmi energici, tanto da far raggiungere a quest'album un impatto rock senza precedenti.
Non ci resta che goderci, oltre questo nuovo album, il gruppo live!
Queste le date confermate dei prossimi concerti:

2011:
21 dicembre, Prato;
23 dicembre, Bologna;
26 dicembre, Roma;
27 dicembre, Napoli
28 dicembre, Eboli;
29 dicembre, Padova.


Per maggiori informazioni: 

https://www.facebook.com/captainmantell
www.captainmantell.com
www.myspace.com/captainmantell

mercoledì 30 novembre 2011

Local Heroes dicembre


Gli appuntamenti con LOCAL HEROES continuano anche a dicembre!

1 dic – INNER CITY JUNGLE (Shinjin & Antistatic) + Rayna Mc

8 dic –  TORMENTO (LIVE) + DJ Craim + Divieto + Numa Crew

15 dic – FRESH PUMP NIGHT con Pumpy Flex e Mr. Tools

22 dic – CHEF RAGOO (LIVE) + Dj Shot + Cronofillers + Dj Morph

29 dic – MIXOLOGY vs RAGNAMPIZA (Controradio Show)

 
Dicembre si presenta come un mese veramente ricco ed eterogeneo per il pubblico degli Eroi Locali. Si comincia con una vecchia conoscenza, la crew di Inner City Jungle, la prima storica crew di bass music del territorio fiorentino. Con loro la giovane mc Rayna, già apprezzata in Germania dopo una sola produzione (finità subito a far da colonna sonora ad uno spot teutonico).
Torna, dopo il successo dello scorso marzo, Tormento, grande soul man e indimenticato volto dei Sottotono. Assieme a lui il talento nostrano Dj Craim, gli inossidabili Divieto e gli indiscussi king del dancefloor fiorentino, Numa Crew.
Torna anche la serata dedicata alla giovane etichetta Fresh Pump, ormai una vera e propria one-night mensile: ad affiancare il fondatore Pumpy Flex ci penserà Mr Tools, le cui abilità di produzione lo hanno già portato ad esibirsi in California.
L'altro guest del mese è il romano Chef Ragoo, attivo da una vita sulla scena nazioale nella quale si è sempre contraddistinto per il senso dell'umorismo, attitudine notoriamente scarsa nel panorama della doppia h nazionale. Con lui Dj Shot, la nuovissima crew dei Cronofillers (che comprende I valdarnesi De'Canters, oltre ad un nucleo di origine pisana) e Dj Morph, pilastro della scena locale in attività in molteplici crew come Otk, Sardust e Get Electrified.
Il mese si conclude con un amichevole incontro scontro tra due celebrati show radiofonici dell'emittente Controradio: Mixology, curato dal dj/giornalista Andrea Mi e Ragnampiza, curato dall'omonima crew. 

Tutte le serate si terranno al Logic  Via dei Macci 79r  - Firenze
Ulteriori informazioni:
www.localheroes.it 
www.goldworld.it
www.switchproject.net

martedì 29 novembre 2011

PREVIEW: Le Gorille - Nautilus

Un Carosello psichedelico in viaggio per il mondo.
Nautilus, il secondo album dei livornesi Le Gorille.
È una successione di sketch e situazioni drammatiche dal sapore internazionalista in cui il racconto è nelle mani di Claudio Laucci, Giorgio Ramacciotti e Matteo Falleni dunque, rispettivamente, di un pianoforte e una serie di tastiere vintage, di una chitarra, di un basso e di una batteria.





Un album composto da undici brani strumentali in cui si alternano vari umori: dalle psicosi e nevrosi urbane ad atmosfere da fiaba, dall’avventura e l’esplorazione esotica all’on the road glaciale, dalla tensione da inseguimento poliziesco al relax di un cocktail nella hall di un albergo. Undici colonne sonore di altrettante suggestioni musicali che tirano in ballo cinema (Tarantino su tutti), letteratura e cultura popolare.
Nel percorso de Le Gorille, Nautilus arriva dopo l’esordio del 2008 ben raccolto dalla critica, dopo una serie di concerti in Italia e all’estero che ha toccato anche il  Jazz Hot Club di Lione e il palco della Biennale del Mediterraneo a Skopje, e dopo la partecipazione di Claudio Laucci alla composizione de due brani della colonna sonora de La Prima Cosa Bella, film di Paolo Virzì del 2010.
L’uscita dell’album è prevista per venerdì 16 dicembre.   








Maggiori info:

Facebook 



venerdì 25 novembre 2011

4 NAZIONI - Lo Snooze

4 Nazioni, 3 menti, 2 video, 1 love!
E' cosi riassumibile il nuovo progetto di Snooze uno dei membri (insieme a En, Il Della e Killawatt) della famiglia dei De' Canters, formazione rap del Valdarno che è una delle più belle e genuine realtà emergenti dell'hip hop toscano. 
Il progetto 4 Nazioni è un lavoro di qualità, ben fatto e ben congeniato affinchè i testi, i beat e le immagini dei video si completassero a vicenda; vede la partecipazione di Gregor e di Hyst e i due video che lo compongono sono prodotti dalla romana Homerun. Ma cos'è esattamente? E' qualcosa che si dovrebbe fare più spesso, cioè un ringraziamento, un omaggio: un grazie ad una cultura prima che un genere musicale, un omaggio all'hip hop e alle sue quattro discipline. Detto con le parole di Snooze: "dopo anni di cose che questa Cultura mi ha regalato, l’idea era restituire qualcosa indietro, il mio modesto dono a una cosa che mi ha riempito le giornate e mi ha insegnato ad auto-migliorarmi…un omaggio, niente di più". Il primo video parla di writer e dj, due figure fondamentali nella storia, nell'evoluzione e nella crescita dell'hip hop.
Big Up!!!
per ulteriori informazioni:


mercoledì 23 novembre 2011

WORLICH


Worlich: Nicola Serafini (voce e chitarra), Francesco Garoia (basso), Daniele Piovaccari (batteria), Fabio Betti (voce e chitarra). Questa band emiliana/romagnola nasce nel 2004 e subito si butta in studio per provare qualcosa di originale. Nel settembre 2009 esce No Destination, successivamente nel gennaio 2011 esce I’m Gled EP.
A presto il loro nuovo lavoro che uscirà questo dicembre, n
el frattempo scaricate gratis le loro due prime fatiche !
No Destination: spontaneo, delicato e avvolgente.
Un album indie facile da ascoltare. Moderno ma che strizza l’occhio agli anni novanta.
Pezzi come
Hell e Crash Test Babies sono brani non banali che rendono questo album davvero bello, specialmente per gli amanti dell’ indie-rock. 





I’m Gled EP è invece un lavoro più fresco e spensierato rispetto a No Destination. 
Si sente benissimo la loro crescita musicale, tre splendidi brani: Tilia, The Bye- Bye Song e Oversleeping.



Visitate anche la loro Pagina Facebook:

M.a.d. Soul Records presents: Powa Riddim


E' uscito per l'etichetta barese M.a.d. Soul Records, una produzione che raccoglie oltre dieci cantanti reggae/hip hop che si alternano sul Powa Riddim, strumentale prodotta da Keedoman di Pooglia Tribe (con Carmine Errico di Ragga Meridional Crew, è compenente dell'etichetta). Musica attuale, così come i contenuti delle liriche: bisogno di informazione, necessità di anteporre la buona educazione alla calamiticità del denaro, rifiuto della violenza. Di questo parlano e cantano gli artisti che hanno dato il proprio contributo alla realizzazione del Powa Riddim. Si comincia dai salentini Hot Fire (con, ai cori, Terron Fabio dei Sud Sound System), passando per Reverendo (Pooglia Tribe) che incontra Miss Fritty e Semeraro (Fritti Mistici) in una "combination made in Puglia". Ci sono anche il napoletano Mc Baco, i calabresi Mad Simon e Easy One dei Kalafro, per giungere ai South Love Vibration, Papa Buju e Spaddino della Murgia Connection, e Puni. La produzione, scaricabile gratuitamente dal sito http://madsoulrecords.wordpress.com , vuole essere una celebrazione al reggae, quello fatto di contenuti, e alla musica che parla di realtà e cultura.


Aa.Vv.Powa Riddim (M.a.d. Soul Records)

01. Hot Fire – Stay Far (From Evil) [F. Miglietta/V. Berardi]
02. Mc Baco – Pronti [A. Minasi/V. Berardi]
03. Papa Buju & Spaddino (Murgia Connection) – Yosc la Dì [G. Tortorella/G. Segreto/V. Berardi]
04. Easy-One & Mad Simon (Kalafro) – Real Tv [S. Squillace/V. Berardi]
05. South Love Vibration – Cambia canale [V. Berardi]
06. Miss Fritty, Reverendo, Keedo, Semeraro – Powa [F. Occhiofino/V. Berardi]
07. Puni – Alza Le Mani (Keedoman Dubplate) [V. Raguseo/V. Berardi]


martedì 22 novembre 2011

OUT NOW: Virtus - "Waiting di fi album"


"Waiting fi di album" esce in attesa del prossimo album composto interamente da ritmi originali prodotti dal reggae singer romano VirtuS.  Questo nuovo lavoro è una raccolta di singoli già rilasciati e brani inediti, tutti su riddim di produttori terzi. Diversi sono i nomi che hanno contribuito alla realizzazione,  da realtà italiane già note come Bizzarri,  B-dub,  Can-I-Bis, Eleven Beats, Filomuzik, Greezzly, Random Production, Scara Soul Dub e Shiny D (B-Side/Acoustic Impact) fino alle francesi FuryBass e Ahoe recTante sono le sonorità presenti nel disco: brani dal sapore roots come  Tek care  e People a fight, sonorità più recenti come in Girl fi life,  reinterpretazioni di ritmi  roots in chiave hip hop  come  nel  singolo  No Infarmer.  Inoltre  non mancano  hot tunes raggamuffin e dancehall tra cui  She nah ready,  Gangsta no good e  Bun 'till a morning.  La vynil  press  di quest'ultimo pezzo è uscita sul b-side dei Ward21 mentre è prevista  per Dicembre la release del brano Ragga music inna mi life insieme ai singoli di Million Stylez e Yami Bolo sullo stesso ritmo.
--->  FREE DOWNLOAD  <----


Maggiori informazioni






giovedì 17 novembre 2011

There Will Be Blood - Wherever You Go


There Will Be Blood è un trio (due chitarre ed una batteria) proveniente dalla provincia varesina all’attivo dal 2009.
Il sound della band fonda e combina le radici del Delta-Blues classico (Son House, R.L. Burnside) con melodie rock-blues moderne, passando dai Black Keys ai White Stripes ai più italiani The Bud Spencer Blues Explosion.
I The Were be Blood incarnano quello che più ci piace del rock’n roll: l’energia !




Garage fino al midollo, bevitori di whisky, Il gruppo ha già autoprodotto e pubblicato un EP Prologue: un mini concept che fa da apripista al primo album Wherever You Go, registrato nell’estate del 2011.
Ballate blues come Black Rain e The Story of a Woman Who Kisses Only Once che fanno spazio a pezzi da delirio come Death Letter e Stop or Fall: tre, pochi ma buoni.
Riff semplici, ritmi elementari, fa tutto la loro potenza ed energia : una Bomba !!

 



mercoledì 16 novembre 2011

SILVO: "Il Raccolto" - Reggae new roots dalla Puglia


È fuori Il Raccolto! Una collezione in free download di brani del reggae-singer pugliese Silvo. I pezzi fanno parte dello showcase che il singer ha portato in giro per le spiagge garganiche con il collettivo Big Foot Sound (di cui fa parte assieme ai selecta Admiral Tonzio e Selly Marshall). Per le produzioni sono stati utilizzati riddim new roots sui quali vengono affrontati temi differenti. Alternando italiano e dialetto, Silvo interpreta brani più impegnati lanciando messaggi forti con carattere e determinazione (Solo Falsità, Pizz pizz), giungendo a tematiche più spensierate come in Muove la Dancehall o Legge, brano in collaborazione con U Shaman. Junks supporta gli artisti emergenti e vi consiglia di ascoltare Il Raccolto, una ventata di musica fresca dalle coste del Gargano. Buone vibrazioni! 
  


martedì 15 novembre 2011

Call It Blazing - A Classic Education

Il primo album degli A Classic Education, Call It Blazing, è una vera rivelazione. Questa band, ormai conosciuta negli States e in tutta Europa, merita l’attenzione di tutti coloro che amano l’indie, e che stavolta si possono identificare in un gruppo Italiano. Di band italiane sul genere indie ce ne sono, ma gli A Classic Education hanno qualcosa in più: riescono a creare atmosfere vintage (che tanto ci piacciono) pur rimanendo attualissimi, con le tendenze musicali dei giorni nostri; a raccontarci storie di vita meravigliose con testi che sono vere e proprie favole moderne. Stupenda la copertina: un misto tra Marlon Brando ne Il selvaggio e Born to Run di Springsteen, l’album trasmette un sound delicato, elegante, che trasforma questo progetto indie rock in un lavoro ricercato e non banale. L’interpretazione di Jonathan Clancy (voce del gruppo) è il loro asso nella manica: con la sua delicatezza e capacità di espressione, rende questo lavoro davvero unico e gradevole da ascoltare. Due le tracce che meritano un’attenzione particolare: Baby, It’s Fine e Gone To Sea. Queste due canzoni riproducono fedelmente le caratteristiche principali della loro musica, un misto di chitarre sognanti, melodie vintage anni sessanta e testi d’autore.   

E’ partito da poco il loro tour europeo, di seguito le date:
Nov 10 Spain Barcelona Teatro Coliseum
Nov 12 Spain Valencia Mirror 
Nov 14 Germany Munich Backstage 
Nov 15 Germany Cologne Luxor
Nov 16 France Paris Café de la Danse 
Nov 18 Ireland Dublin Button Factory 
Nov 19 UK Glasgow Classic Grand 
Nov 20 UK Manchester Sound Control 
Nov 21 UK Bristol Trinity 
Nov 22 UK London Koko
Nov 23 UK London The Windmill Brixton
Nov 24 Netherlands Haarlem Patronaat 


L'intervista a A Classic Education sul nuovo numero di Junks: http://it.calameo.com/read/000592391b72099926759

lunedì 14 novembre 2011

WONDER VINCENT

Wonder Vincent: Andrea Tocci (voce), Andrea Spigarelli (batteria), Matteo Cirella (basso), Luca Luciani (chitarre). Nati circa due anni fa con un altro nome, dopo abbandoni e acquisti vari stava perdendo forma all'inizio del 2010 e praticamente si stava sciogliendo prima di nascere.
Si rafforza la loro collaborazione con la rivista Frigidaire che li chiama per fare dei concerti e da questa esperienza decidono di provare a tornare su un palco. 
Nasce il nome Wonder Vincent in onore ai tre "Vincenzo" che li ispirano: Vincenzo Sparagna (direttore di Frigidaire), Vincenzo Costantino (poeta) e Vincent Van Gogh (pittore il cui rapporto con l'arte li ha sempre affascinati).

Partiti:  MEI di Faenza, Teatro Puccini di Firenze, Qube di Roma, dopo queste tre date il nuovo bassista e il nuovo chitarrista li abbandonarono ancora. 
A questo punto entra prima Matteo Cirella al basso e in seguito Luca Luciani alla chitarra. 
Dopo questi due ingressi si ha la svolta, il gruppo cambia nettamente forma, le sonorità sono diventate più dure e più ritmiche: Let’s Rock !

Tutti gli stravolgimenti creano instabilità e varie vicessitudini personali sembrano sempre di più remare contro, ma con il consolidarsi della band si decide di affrontare il tutto attraverso l'unico mezzo completamente a disposizione: la Musica.
Così nasce Good News For Hard Times, buone notizie per tempi duri.


Grande equilibrio tra testi e musica, sono in quattro e vanno tutti nella stessa direzione, pezzi energici come AamoryMonky e Our Houses Where Rainbow and Friends Hitched Rides over Bollywood  fanno spazio ad una splendida ballad come Try. Ragazzi consiglio vivamente l’ascolto di Good News For Hard Time, questi Wonder Vincent li risentiremo presto !!   




Di seguito il link SOUNDCLOUD dove potrete ascoltare e scaricare gratuitamente la loro musica: http://soundcloud.com/wondervincent 


Pagina Facebook:

http://www.facebook.com/wondervincent